Loading
Ott 1, 2021

Google Workspace per Startup: App e Tool per connettersi, creare e collaborare ovunque ti trovi

Google Workspace per Startup

Introduzione a Google Workspace

Google Workspace per Startup è la novità di casa Google. Il Workspace, cavallo di battaglia dell’ex Google Suite, è da sempre sinonimo di connessione, creazione e collaborazione; elementi che ad oggi sono fondamentali per gestire al meglio il proprio lavoro, soprattutto in ottica di “remote working” e di un team numeroso.

Google Workspace è uno spazio in cui sono racchiusi diversi strumenti pensati per ottenere il massimo della produttività e la collaborazione con altri utenti. Strumenti per la comunicazione come i noti Gmail, Hangouts, Calendar e Currents, strumenti per l’archiviazione come Drive, strumenti per la produttività e la collaborazione come Documenti, Keep, Moduli e Site, strumenti per le video chiamate come Google Meet, tutti in un unico luogo e con una maggiore sicurezza rispetto ad altri software di produttività personale.

I punti di forza che rendono Google Workspace, ad oggi, uno strumento di lavoro utilizzato da un numero sempre più ampio di utenti sono:

  • La possibilità di pianificare appuntamenti e video call;
  • La Condivisione e l’archiviazione di documenti in un unico luogo;
  • Le modifiche e gli avanzamenti dei progetti condivisibili in tempo reale;
  • La protezione dei dati a livelli di sicurezza avanzati

Le novità di Google Workspace per Startup

Possiamo riassumere l’idea di Google in veramente poche parole: potenziamento della collaborazione a 360°! 

È possibile passare da una videochiamata di livello aziendale più sicura, utile per presentazioni con gli investitori, condividere nuove idee attraverso le Rooms dedicate ad ogni diversa esigenza. 

E, ancora, Y Combinator Pitch, in cui è possibile chattare con il proprio team, condividere documenti e presentazioni, modificarle in tempo reale, avviare meeting e condividere lo schermo con gli utenti autorizzati. Il tutto in un unico posto, in modo facile e in tempo reale.

Oltre ai Tool “potenziati” Google mette a disposizione un intero percorso per le Startup di tutto il mondo, che ha come obiettivo quello di supportarle in qualunque fase si trovino e di creare connessioni tra di loro. 

Che sia nella fase di Avvio, di Costruzione o di Crescita, per ogni step c’è un percorso formativo dedicato, usufruibile attraverso video, podcast, documenti, articoli e una serie di tool per supportare le Startup a diventare imprese di successo.

Vediamo insieme, fase per fase, quali sono le novità e gli strumenti a disposizione.

Gli strumenti e le Best Practices per l’Avvio di una Startup

Fase di Avvio

In questa fase, molto delicata per tutte le Startup, è necessario adottare tutti gli strumenti possibili per pianificare correttamente le azioni da svolgere. 

Google for Startups guida, step-by-step, in tutti quei passaggi che sono considerati necessari per la creazione di una Startup di successo. Come la progettazione e la convalida del prodotto, la creazione di un MVP (minimum viable product) ovvero il prodotto migliore che, in termini di ritorno sull’investimento in rapporto al rischio, ha il maggior successo stimato, l’organizzazione delle priorità da gestire in un progetto e il lancio online del business ideato. 

Inoltre la grande novità, pensata probabilmente in ottica di “l’unione fa la forza” è la Community di Startup. Una Community di supporto, con cui condividere esperienze, informazioni e risorse utili, con la possibilità di geolocalizzare quelle più vicine.

Anche a livello di formazione Google for Startups mette a disposizione dei programmi di supporto come Startup School, Techstars Startup Weekend e Startup Grind, pensati per Founder e team affinché acquisiscano le competenze necessarie allo sviluppo della Startup. 

I Percorsi formativi e l’individuazione degli investitori nella Costruzione di una Startup

Fase di Costruzione

Nella fase di costruzione del prodotto e del lancio sul mercato, Google for Startups mette a disposizione una serie di strumenti e consigli in grado di aiutare al raggiungimento di questi obiettivi.

  1. Porta l’utente a capire come modificare/migliorare il prodotto grazie alle best practices proposte in tema di ricerche sul design, in ottica di ottimizzazione della User Experience e di individuazione della propria target audience. 
  2. Insegna a presentare correttamente l’idea e come trovare investitori grazie a video di esperti e articoli utili.
  3. Propone i passaggi fondamentali da seguire per lanciare il prodotto sul mercato, dai preliminari a quelli decisivi per la realizzazione del piano di monetizzazione.

Inoltre, un elemento da non sottovalutare nella costruzione di una Startup è anche saper creare e guidare il proprio team, “How a team works matters more than who is on the team” – dice Julia Rozovsky, People Analytics Manager di Google – e questo Google lo sa bene e vuole che anche i futuri Startupper lo mettano subito in pratica.

Infine, tra i tanti elementi che contribuiscono alla corretta Costruzione di una Startup, è presente la parte dedicata all’individuazione delle tecnologie più adatte per il proprio business. Non tutte le Startup, infatti, hanno bisogno delle stesse tecnologie e individuare quelle necessarie è fondamentale per evitare un inutile spreco di risorse.

Come nella fase di avvio, anche in questa troviamo una parte dedicata ai percorsi da seguire per migliorare le proprie competenze o individuare i “contatti giusti” come Founders Academy, Founder Gym e Google for Startups Residency.

Le valutazioni da fare e i tool per la Crescita della Startup nel tempo

Fase di Crescita

In questa fase, la priorità per una Startup è quella di consolidarsi e creare le condizioni giuste per favorire una crescita non solo presente ma anche futura e continuativa. È necessario porre attenzione alle esigenze dei clienti, tenere sotto controllo l’andamento del mercato e capire “cosa fare e cosa no” per una crescita sostenibile. 

Tool per le ricerche di mercato, strumenti per analizzare i competitor, best practices per costruire un brand riconoscibile e distintivo, consigli su come trovare altri fondi, spunti su come migliorare le competenze di tutto il team sulla tecnologia necessaria a far crescere il prodotto, sono le competenze che Google for Startups vuol trasmettere in questa fase.

Per tutto questo sono a disposizione Podcast, Articoli, Video, e Tool tutti pensati per non lasciare nulla al caso e fare in modo che anche questa fase sia completa di tutto ciò che serve ad una Startup per prendere il volo!

Google Workspace per Startup è davvero un must have?

Un mondo davvero completo quello che ci offre Google Workspace per Startup. 

Non più “solo” uno strumento di lavoro sempre connesso, portabile ovunque, facile da gestire e condividere in tempo reale ma, con il miglioramento dei tool e l’unione del percorso ad hoc per Startup, ha sicuramente ottime probabilità di diventare il punto di riferimento dei nuovi imprenditori di domani.

Dì la verità, la curiosità ti è venuta!

Hai voglia di scoprire se Google Workspace per Startup è ciò che cercavi da tempo per dare vita alla tua idea?

Scopri tutto su Google & Startup e dicci la tua!