Loading
Apr 23, 2021

Influenza sociale ed influencer marketing

Nell’uomo è spontanea la tendenza a costituire gruppi, a sentirsene parte ed a distinguere il proprio gruppo di appartenenza da quelli di non-appartenenza

L’influenza sociale è sempre esistita e sempre esisterà. Oggi come oggi, però, ha cambiato pelle e cambiato canali. Ma i brand stanno sempre più utilizzando questa leva per “piazzare” prodotti e “vendere” il proprio nome in community affiatate e targettizate.

Ma cos’è l’influencer marketing?

L’insieme dei soluzioni e delle tecniche per ricercare, individuare e coinvolgere un insieme di individui che generano conversazioni di valore che impattano sulla reputazione di un brand e orientano il processo di acquisto del mercato di riferimento.

Chi è un influencer?

Si può definire influencer chi ha determinate caratteristiche ….



Processo di influencer marketing

Un modello di influencer marketing efficace non può prescindere dalla definizione di obiettivi intorno ai quali costruire l’intero programma di influenza, partendo da attori e contenuti, fino ad arrivare a paid, owned e earned media.

  1. Analizzare il target a cui rivolgere la comunicazione e selezionare i messaggi da divulgare (spesso si coinvolge l’influencer per migliorare il messaggio da comunicare)
  2. Individuazione degli obiettivi: Visibilità del brand, amplificazione di un messaggio,  diventare leader di un settore, reputation, lead generation, incoraggiare l’acquisto (attraverso prove dei prodotti, raccomandazioni etc..), crisis management, employer branding, SEO.
  3. Individuare i KPI per monitorare gli obiettivi (es: traffico sito web, tasso di engagement, % followers/fans, numero pubblicazioni su blog, vendite, sentiment, referral traffic, reach).
  4. Scegliere l’influencer: In generale, gli influencer vanno selezionati con caratteristiche consone al settore di riferimento.  Ciò vuol dire, soprattutto per ciò che riguarda il B2B, che il giusto influencer non è chi ha 10000 follower, ma chi riesce a generare conversazioni o azioni sugli audience targetizzati per il brand. Ovviamente da valutare anche la competenza, la reputazione, capacità relazionale, trasparenza.
  5. Per scegliere l’influencer si utilizza il modello delle 4R

Reach: E’ il numero di fan/follower che ha un influencer

Relevance: E’ concetto che riguarda la relazione tra brand e community dell’influencer.
Resonance: impatto che ha l’influencer sulla sua community
Relationship: Affinità tra brand ed influencer, trasparenza, regole di relazione.


5) Contattare un influencer: tramite email oppure tramite messaggio privato sui social

6) Instaurare una relazione con influencer: coinvolgere l’influencer anche nel processo di miglioramento dell’attività di influencer

7) Misurare l’attività in termini di obiettivi raggiunti e brand reputation: report finale sull’impatto della campagna

Influencer marketing e ROI

Una delle cose più difficili dell’influencer marketing è la misurazione dei risultati. Ma…

  • Il 55% delle attività hanno riportato una qualità di consumatori migliore 
  • Il 70% hanno riportato ricavi raddoppiati per ogni dollaro investito 
  • Il 13% hanno riportato ricavi venti volte maggiori per ogni dollaro investito


Nel 2019, i marketing manager hanno visto un ritorno fino a $ 9,60 per ogni 1 $ speso utilizzando come approccio l’Influencer Marketing

Fonte: What is the ROI of influencer marketing. (Publication). (2019). InstaBrand.